Collezione Olgiati
-1
back next

Marisa Merz

Geometrie sconnesse palpiti geometrici



In collaborazione con la Fondazione Merz

COLLEZIONE GIANCARLO E DANNA OLGIATI

La Collezione Giancarlo e Danna Olgiati è parte del circuito museale del Museo d’arte della Svizzera italiana (MASI Lugano).
La sua sede è adiacente al centro culturale LAC Lugano Arte e Cultura e ospita oltre 200 opere di grande rilievo artistico, di cui oltre 100 in mostra, che spaziano dal primo Novecento al presente. La collezione d’arte contemporanea Giancarlo e Danna Olgiati, concessa in usufrutto alla Città di Lugano nel 2012, viene proposta al pubblico in allestimenti sempre diversi unitamente a mostre temporanee dedicate all’approfondimento dell’opera di artisti inclusi nella raccolta.

I collezionisti ritengono che la Città di Lugano, con il nuovo MASI, frutto dell'unione dei due musei cittadini, possa diventare il naturale erede dell’intera collezione. Questo progetto è in sintonia con la tradizione museale elvetica, che prevede un rapporto costruttivo fra istituzione pubblica e collezionismo privato.

Lo spazio apre due volte all'anno, nella stagione autunnale e in primavera, per mostrare la collezione degli importanti collezionisti ticinesi attraverso allestimenti e installazioni temporanee volti ad approfondire le linee guida della raccolta, mettendo in relazione fra loro opere dell'avanguardia storica con opere d'arte contemporanea.

 



MARISA MERZ. GEOMETRIE SCONNESSE PALPITI GEOMETRICI

Dal 22 settembre 2019 al 12 gennaio 2020 la Collezione Giancarlo e Danna Olgiati presenta l’esposizione Marisa Merz. Geometrie sconnesse palpiti geometrici, dedicata a Marisa Merz (Torino, 1926 – 2019), unica esponente femminile del gruppo dell’Arte Povera e tra le più significative protagoniste della scena artistica italiana dagli anni Sessanta. Una selezione delle sue opere più iconiche mette in rilievo una tematica ricorrente nel lavoro dell’artista, ovvero la sua ricerca sul volto o meglio sulla figura.

La mostra, curata da Beatrice Merz e sviluppata con la collaborazione della Fondazione Merz, riunisce un corpus di quarantacinque opere che ripercorrono l’intero orizzonte creativo di Marisa Merz: dal disegno su diversi supporti alla scultura in argilla cruda, dalle tessiture di filo di rame e di nylon agli oggetti trasformati in cera, nel tentativo di restituire tutte le modalità espressive proprie dell’artista.

Contestualmente all’esposizione temporanea, la Collezione Giancarlo e Danna Olgiati propone come ogni anno una selezione inedita di opere provenienti dalla raccolta, che comprende artisti internazionali fra i più rilevanti delle avanguardie del XX e XXI secolo. Fulcro dell’allestimento è un’intera sala dedicata ai principali esponenti dell’Arte Povera, nell’intento di sottolineare l’importanza del contesto culturale in cui Marisa Merz si trovò ad operare agli esordi della sua carriera artistica.

Artisti in mostra:
Giovanni Anselmo/ Harold Ancart/ Franco Angeli/ Rodolfo Aricò/ Giacomo Balla/ Domenico Bianchi/Alighiero Boetti/ Agostino Bonalumi/ Alberto Burri/ Pier Paolo Calzolari/ Ettore Colla/ Roberto Cuoghi/ Fortunato Depero/ Piero Dorazio/ Luciano Fabro/ Tano Festa/ Günther Förg/ Antony Gormley/ Wade Guyton/ Anish Kapoor/ Anselm Kiefer/ Yves Klein/ Jannis Kounellis/ Alberto Magnelli/ Mario Merz/ Giulio Paolini/ Pino Pascali/ Giuseppe Penone/ Gianni Piacentino/ Michelangelo Pistoletto/ Enrico Prampolini/ R.H. Quaytman/ Markus Raetz/ Ugo Rondinone/ Mario Schifano/ Rudolf Stingel/ Wolfgang Tillmans/ Emilio Vedova/ Christopher Wool/ Gilberto Zorio

 

Con il sostegno di:

 Image .collezioneolgiati.ch09052019112522_0.JPG        Image .collezioneolgiati.ch09052019112823_0.jpg       Image .collezioneolgiati.ch09052019112851_0.JPG  

Image .collezioneolgiati.ch09052019113203_0.jpg          Image .collezioneolgiati.ch09052019112914_0.JPG