Collezione Olgiati
-1
back next

A Collection in Progress

Un corpus di oltre 500 opere tra dipinti, sculture, disegni, fotografie, installazioni, video e libri d’artista.

LA COLLEZIONE E IL MASI

I collezionisti Giancarlo e Danna Olgiati hanno siglato un accordo con la Città di Lugano per il deposito di oltre 200 opere dalla collezione nello Spazio -1.
La Convenzione, che regola il deposito della Collezione Olgiati, prevede inoltre la messa a disposizione di questo patrimonio per le attività espositive del MASI Museo d'arte della Svizzera italiana.
I collezionisti ritengono che la Città di Lugano, con il nuovo MASI, frutto dell'unione dei due musei cittadini, possa diventare il naturale erede dell’intera collezione. Questo progetto è in sintonia con la tradizione museale elvetica, che prevede un rapporto costruttivo fra istituzione pubblica e collezionismo privato.


Spazio -1 apre ogni anno al pubblico a mostrare la Collezione Olgiati attraverso allestimenti e installazioni temporanee volti ad approfondire le linee guida della raccolta, mettendo in relazione fra loro opere dell'avanguardia storica con opere d'arte contemporanea.

L’allestimento A Collection in Progress, visitabile dal 23 Settembre 2018 unitamente alla mostra temporanea "How Evil is Pop Art” si focalizza su alcune opere recentemente acquisite dai coniugi Olgiati insieme a nuclei importanti di artisti quali Alighiero Boetti, Francesco Vezzoli e Carla Accardi, già presenti nella collezione ma esposti con nuove ed inedite successioni. Una sala dedicata agli artisti neo pop americani (Wade Guyton, Kelley Walker, Mark Grotjhan) dialoga con la mostra sulla pop art europea; l’excursus contemporaneo prosegue con l'esposizione di opere di Danh Vo, Christopher Wool e Rudolf Stingel.
Seguono opere di Yves Klein e Anish Kapoor, Ettore Colla, Jannis Kounellis, Antony Gormley e Anselm Kiefer.
L'ultima sala della mostra, concentrata su un esposizione di opere futuriste assieme ad un archivio di libri e documenti futuristi composto da 1200 titoli originali, palesa la passione dei Signori Olgiati per questo periodo storico: opere di straordinaria rilevanza scelte sempre attraverso una meticolosa e complessa ricerca scientifica e naturalmente attraverso il loro grande amore per l’arte.

Attraverso questo costante dialogo si esplicita la volontà dei collezionisti di trasmettere ai visitatori le proprie scelte ed emozioni, chiarendo così il significato di A Collection in Progress.

 

Carla Accardi / Giovanni Anselmo / Arman / Giacomo Balla / Alighiero Boetti / Pier Paolo Calzolari / Paul Chan / Ettore Colla / Fortunato Depero / Jean Dubuffet / Luciano Fabro / Fabrizio Giannini / Douglas Gordon / Antony Gormley / Mark Grotjahn / Wade Guyton / Guyton-Walker / Emilio Isgrò / Anish Kapoor / Anselm Kiefer / Yves Klein / Jannis Kounellis / Jim Lambie / Liz Larner / Alberto Magnelli / Christian Marclay / Jonathan Monk / Giulio Paolini / Giuseppe Penone / Gianni Piacentino / Michelangelo Pistoletto / Enrico Prampolini / Sterling Ruby / Jan Schoonhoven / Rudolf Stingel / Giuseppe Uncini / Franco Vaccari / Francesco Vezzoli / Danh Vō / Kelley Walker / Christopher Wool